6 Tecniche di Link building per ricevere backlink

 6 Tecniche di Link building per ricevere backlink

Sicuramente fare link building è una attività seo difficile e pericolosa se fatta in modo inconsapevole. Per questo è bene rivolgersi a chi offre servizi di link building, anche se in nessun caso si può essere certi di non ricevere penalizzazioni per link innaturali costruiti anche tramite questi servizi.

Link earning

Di conseguenza, la prima tecnica di link building che mi sento di suggerire è quella della link earning, letteralmente guadagnare backlink spontanei. Questo perchè, come scritto nell’articolo dove tratto la link building, non si deve fare altro che puntare a creare contenuti di qualità eccelsa, nella speranza posizionarsi ed essere scelti da altri siti web. Scelta di questi ultimi, fatta nell’intento di ampliare le informazioni fruibili per i propri utenti, e approfondire i contenuti con fonti attendibili, iniziando a creare un’ipertesto offrendo un backlink spontaneo al contenuto di qualità che abbiamo creato.

Un’ottimo metodo per mettere in atto questa strategia di link building è quella di creare guide, pdf, pillar article, applicazioni utili, ma anche fare azioni di brand con video marketing e altro.

Esempio di link earning

Per guadagnare backlink spontanei da siti in target bisogna essere abbastanza creativi ma non è sicuramente una cosa impossibile. Per fare un’esempio di risorsa utile capace di generare backlink in modo spontaneo, non voglio parlare come fanno tutti delle infografiche, e dunque parlerò dell’url http://www.swissotel.com/promo/etiquette-map/.

Il sito di prenotazioni di hotel ha creato una risorsa che ci sono gesti che possono essere considerati normali in una Nazione ma insulti in altri Paesi. La pagina web funziona molto bene e dunque l’utente può usufruirne in modo impeccabile, ciò ha generato backlink grazie ad utenti che hanno usato la risorsa in discussioni su siti come Tripadvisor, o competitors che hanno utilizzato tale risorsa come fonte.

Creatività, lavoro e autorevolezza

possono produrre backlink spontanei.

Regala articoli a siti a tema

Invece di acquistare guest post, si potrebbero creare contenuti informativi superlativi da regalare ad altri utenti che trattano gli stessi argomenti al fine di vedersi pubblicato un’articolo con un backlink, e in più fare anche un’azione di brand awareness.

Il problema di questa tecnica è il pregiudizio, ovvero, si pensa che un competitor non pubblicherebbe mai un’articolo con un backlink verso la propria pagina. O che è meglio concentrarsi a costruire contenuti di qualità sul proprio sito e non su quello degli altri.

Io non la penso così, e soprattutto…

Mettiamo il caso in cui uno di questi articoli finisca nel sito web migliore della nicchia di mercato. Quanti backlink riceverebbe quell’articolo? forse decine o centinaia. Questo non farebbe altro che consentire a quell’articolo regalato di scalare sempre più le serp di Google e acquisire autorevolezza, cosa che di conseguenza avverrebbe anche alla nostra pagina che riceve il backlink.

Potresti costruire dei link in ingresso regalando articoli informativi non solo a competitors, ma anche a tutti quei blog che vogliono popolare i propri siti web, oppure a siti web di settori correlati con il tuo.

1 Guest con backlink 3 correlati senza

Nonostante sia un’ottima strategia per migliorare l’articolo che ospita il backlink, molti servizi di link building stanno chiedendo soldi per pubblicare anche articoli senza backlink. Per me “scandaloso”.

Questa tecnica consiste nel realizzare non uno ma 4 articoli correlati e collegati tra loro in cui quello che contiene un backlink tratta l’argomento principale, e gli altri quelli correlati.

Ad esempio:

  • 1 Guest post su Link building, con 1 backlink verso la nostra pagina web
  • 1 Guest post su backlink, senza backlink ma con link verso 1° guest
  • 1 Guest post su anchor text, senza backlink ma con link verso 1° e 2° guest
  • 1 Guest post su tecniche di link building, senza backlink ma con link verso 1° 2° e 3° guest.

Il tutto a creare un ipertesto informativo capace di diventare quello più forte nel dominio che ospita modificandone anche gli equilibri, e che spinge la pagina web che riceve il backlink.

Non sai cosa scrivere come guest post? Leggi qui quali tipi di guest post puoi scrivere.

Broken link building

Questa strategia di link building si basa sulla ricerca di backlink interrotti su altri siti web. Il processo è spiegato abbastanza bene nell’articolo di Semrush dedicato alla broken link building.

La broken link building è il processo che vede il consulente seo ricercare, analizzare, valutare i backlink rotti che portano a delle pagine web che restituiscono il codice stato http 404. Con l’intento di proporre al proprietario del sito web che ha il backlink interrotto, la sostituzione di quest’ultimo con una pagina web del nostro sito che è funzionante.

Backlink da Wikipedia

Ottenere link di ritorno dal famosissimo sito enciclopedico Wikipedia non è semplice, ma esistono diverse strade per poterne ottenere. Una è la ricerca dei broken link, ma un’altra strada percorribile è riuscire a diventare editore e migliorare l’enciclopedia sulla pagina che interessa senza lavorare con superficialità.

Ovvero, prendiamo ad esempio la pagina di Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Link_building. Analizzando tale pagina web balza subito all’occhio che l’argomento seppur ricco di parole è trattato in modo abbastanza superficiale e poco ampio.

Diventando editore nell’enciclopedia si potrebbero seguire i seguenti step:

  1. Individuare un topic dell’argomento non trattato ma molto interessante e utile.
  2. Creare una risorsa nel proprio sito web
  3. O in alternativa caricare un pdf dell’argomento nel proprio sito web
  4. Creare un paragrafo di approfondimento nella pagina di wikipedia.

Fai leva sull’ego degli altri

E’ una tecnica che spesso in Italia viene utilizzata facendo interviste a esperti del settore ospitandoli nel proprio sito web. La tecnica è un po più ampia, ad esempio, si potrebbe semplicemente citare una parte di contenuto dandone la paternità all’autore, e avvisarlo ringraziandolo di aver condiviso quella chicca sull’argomento, tanto utile da averla citata.

Certo, se è un sito web autorevole a farlo come un quotidiano online o comunque un sito riconosciuto nel settore la questione è più facile. Ma potrebbe comunque funzionare attraendo non solo la condivisione sociale dell’autore citato, ma anche qualche backlink proveniente da articoli che parlano dello stesso argomento e scritti dallo stesso autore.

DMCA.com Protection Status