Canali di distribuzione

Il canale di distribuzione, o marketing channel, è il meccanismo attraverso cui i beni o i servizi passano dal produttore all’utente finale; il suo compito principale consiste nel rendere disponibile un determinato prodotto o servizio nei tempi, luoghi e modalità desiderate dal consumatore.
La funzione di un canale di marketing è il trasferimento di un certo prodotto; tutti coloro che prendono parte a tale trasferimento sono detti intermediari commerciali. Tra gli intermediari commerciali annoveriamo rivenditori, grossisti, concessionari, agenti di vendita; ad essi possono aggiungersi altre figure come i corrieri e i trasportatori di merci.
Il canale di distribuzione rende possibile l’incontro tra domanda ed offerta, colmando eventuali gap legati alla distanza geografica, al tempo e alla quantità di merci coinvolte.
Parliamo di canale di distribuzione diretto quando tra impresa e consumatore finale non ci sono intermediari; indiretto quando gli intermediari invece ci sono, ma se sono pochi allora lo definiamo corto, viceversa se sono tanti, allora è lungo.
Esempi di canale diretto sono quelli legati al settore delle assicurazioni.
Un canale di distribuzione corto è invece quello a cui appartengono sia i piccoli commercianti che la grande distribuzione, in quanto entrambi passano attraverso la vendita al dettaglio.
Un canale di distribuzione lungo è quello in cui è presente almeno un grossista tra produttore e venditore al dettaglio.
Ovviamente è fondamentale che un canale di distribuzione funzioni con efficienza, affinché la macchina produttiva non si inceppi.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status