CPC

Il Cost Per Click, solitamente indicato anche come CPC, è un metro di misura dell’efficacia di particolari campagne online, ossia soprattutto delle campagne di search advertising.

Il punto di forza delle campagne che fanno uso del CPC è che si paga solo per i click che vengono effettivamente fatti sugli annunci: si tratta quindi del costo che l’inserzionista sostiene per ogni click che viene generato visitando un’inserzione a pagamento. Questo valore non è sempre uguale ma varia a seconda del tipo di campagna e del sito di pubblicazione dell’inserzione. Va pertanto definito il valore di Costo Per Click Massimo, ossia il massimo importo che si è disposti a pagare per un click che viene effettuato su un annuncio.

Nella definizione del CPC è necessario ricordare che questo può essere di tipo manuale oppure impostato automaticamente. Nelle offerte manuali è l’inserzionista che decide gli importi delle diverse campagne e, pertanto, definisce un CPC Massimo e uno Minimo, ossia i diversi valori per ogni click. Nelle proposte automatiche, invece, è la piattaforma pubblicitaria (solitamente viene utilizzata Google Ads) a definire quale sia il prezzo per ogni CPC. Questo viene calcolato tenendo conto di tre fattori, ossia il ranking dell’annuncio, l’offerta massima proposta dall’inserzionista e il Quality Score, il sistema utilizzato da Google per creare un rank tra gli inserzionisti più meritevoli.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status