Franchising

Il franchising è definito dalla Legge come un’affiliazione commerciale tra due realtà imprenditoriali. Brevemente si tratta di una collaborazione gli imprenditori e utile per la distribuzione dei servizio e dei bani. Tale collaborazione viene indicata per coloro che vogliono avviare delle nuove imprese usufruendo dei format già sperimentati e presenti sul mercato. Il franchising viene creato a partire da una forma di collaborazione commerciale consolidata che vede interessate due parti: l’affiliante (o il franchiser) e l’affiliato (o il franchisee). L’azienda più grande propone un accordo di franchising a quella più piccola, ma la proposta può arrivare anche a parti invertite.

L’azienda madre che offre la possibilità di affiliazione può essere un produttore oppure un distributore di servizi. I vantaggi dell’affiliazione sono spesso tanti. Difatti, l’azienda che propone la possibilità di franchising è anche quella che già possiede una marca oppure un brand largamente conosciuto su scala mondiale. L’affiliato che aderisce a questo brand, quindi, può sin da subito usufruire di tutta la popolarità del brand in questione. Questo gli porta anche innumerevoli vantaggi.

Generalmente, il contratto di affiliazione avviene per mezzo del pagamento di un royalty (ovvero una percentuale sul fatturato). In questo modo entrambe le parti che stringono l’accordo commerciale di affiliazione possono usufruire di vari benefici.

Il contratto di affiliazione può anche essere terminato su richiesta di una delle due parti, previo il pagamento di una penale (se prevista) e il non utilizzo del brand dell’azienda madre.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status