Come segmentare il mercato: Criteri e esempi per creare target

Mercato

Il mercato è il luogo fisico e non in cui avvengono gli scambi commerciali. Il mercato non è altro che un punto di incontro da venditori e compratori, la cui interazione porta all’incontro tra domanda ed offerta e, allo stesso tempo, la creazione del prezzo per i beni, sia prodotti che servizi.
I mercati possono essere di due tipi, locali o mondiali, con questi ultimi che hanno raggiunto un’importanza sempre più preponderante a causa della globalizzazione.


I protagonisti del mercato sono essenzialmente i venditori e i compratori. Dei venditori ne fanno parte le aziende, che erogano servizi e beni, e i dipendenti, che vendono le proprie prestazioni alle imprese. Anche i proprietari di beni che cedono temporaneamente o vendono le proprie risorse fanno parte dei venditori. I compratori, invece, sono i consumatori finali e le imprese, che necessitano di materie prime per attuare i processi produttivi.


Nei mercati, dunque, chiunque può assumere uno dei due ruoli.
I mercati possono essere suddivisi in base alla quantità di beni commerciati (al dettaglio o all’ingrosso), al luogo geografico (internazionale o locale), alla tipologia di scambio e di risorse che si commerciano. Infine è possibile fare una distinzione tra mercati aperti e chiusi, in base alla facilità con la quale gli operatori economici possono entrato o uscire dallo stesso.

Risorse utili

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status