come guadagnare di più consigli

Come guadagnare di più: 10 consigli

Se hai un buon guadagno e ti ritieni abbastanza soddisfatto del tuo lavoro, buon per te! Ma perché escludere la possibilità di aumentare le tue entrate e puntare più in alto nella scala del mercato

Se quello che desideri è ottimizzare il tuo guadagno in maniera intelligente, segui questi 10 consigli su come guadagnare di più

Scegli di essere pagato a progetto (non col tariffario a ora)

Se scegli di essere pagato a progetto, e non a ora, darai sicuramente più valore al tuo progetto e ti spiego il perché. Hai mai riflettuto sul fatto che col tariffario a ora potresti svalutare il tuo lavoro non conteggiando effettivamente lo sforzo e le energie che dovrai impiegare per portare a termine quel progetto? Se il cliente non ti offre alternativa alla tariffa a ora, pazienza. Ma potendo scegliere tu, scegli di essere pagato a progetto. Punti il baricentro del valore sul progetto, non rischi che il cliente “tiri” sul prezzo a ora e se concludi prima del tempo stabilito il progetto, sarà per te un ulteriore merito!

Alza il prezzo ai nuovi clienti

Quando trovi un nuovo lavoro e un nuovo cliente, spesso ti potrebbe capitare di rimanere basso col preventivo. Molti professionisti fissano un prezzo che definiscono “di mercato” per timore di perdere il cliente, avvantaggiando la concorrenza. Sappi che non esiste un prezzo di mercato! Se sei bravo perché devi sminuire il valore del tuo lavoro? Se sai di offrire un lavoro di qualità, che soddisferà il cliente, prova ad aumentare del 20% il tuo tariffario con i nuovi clienti, ti garantisco che non è tanto e che il cliente è disposto a pagare di più, se in cambio riceve un servizio di qualità superiore rispetto alla media. 

Ottimizza il tuo lavoro

Ottimizzare il lavoro è un altro modo per aumentare le tue entrate. Pensa a quanto sarebbe comodo consegnare prima del termine un lavoro e investire il tempo che ti rimane in un nuovo progetto che ti frutterà altri soldi. Come puoi migliorare il tuo rendimento? 

▪ Non strafare! Hai bisogno di un’adeguata ripartizione dei tempi di lavoro. Prova a lavorare per 50 minuti. Dopodiché è importante che tu prenda una pausa di almeno 20 minuti (per ricaricare le energie). Poi continui a lavorare per altri 50 minuti

▪ delega a degli assistenti o dei collaboratori tutti quegli impegni che ti fanno perdere più tempo e concentrati solo sul tuo lavoro

▪ informatizza alcune procedure come la contabilità o la fatturazione, che altrimenti ti richiederebbero troppo tempo

Amplia l’offerta ai clienti abituali

Se vuoi vendere di più i tuoi servizi o i tuoi prodotti, devi puntare sui clienti che già hai. Un nuovo cliente è meno propenso all’acquisto rispetto ad un vecchio cliente, è questo il punto su cui fare leva. Un cliente abituale è doppiamente portato all’acquisto rispetto ad un nuovo cliente ed è disposto a spendere fino al 31% in più.

Per ampliare la tua offerta ai clienti più “affezionati” e aumentare così le vendite e il guadagno, puoi proporre un lavoro più completo di quello che offri abitualmente, con dei servizi aggiuntivi straordinari: più il lavoro è completo, più deve essere pagato dal cliente.

Fai conoscere nel dettaglio la tua offerta

Se un cliente ti contatta per un lavoro specifico, ma non conosce tutti i servizi che potresti offrirgli perché non glieli hai illustrati, magari quel cliente continuerà a contattarti solo per quel tipo di lavoro e tu perdi l’occasione di aumentare le tue entrate.

Per questa ragione, devi far conoscere nel dettaglio tutta la tua offerta di servizi, sia ai clienti abituali che ai nuovi clienti. Così come devi aggiornare i clienti nel caso in cui acquisisci nuove qualifiche e competenze e implementi di ulteriori servizi la tua offerta.

Tieni sempre aggiornata la tua offerta

Nel mondo del lavoro, essere sempre al passo con i tempi e le evoluzioni del mercato è un valore impareggiabile. Così come si evolve il lavoro, cambiano i clienti e le loro richieste. Per questo, chiediti se sei aggiornato costantemente sulle novità del tuo lavoro e se sei in grado di soddisfare le richieste in continua evoluzione dei clienti. Per avere le risposte a queste domande, è importante instaurare un dialogo con loro. Potresti, ad esempio, organizzare riunioni, videocall, uno scambio di email per fare il punto della situazione e valutare il lavoro in corso d’opera e il grado di soddisfazione del cliente fino a quel momento.

Recupera i vecchi clienti

Prova a ricontattare dei vecchi clienti per cui hai svolto lavori in passato. Per recuperare il contatto con vecchi clienti, prova a mandare una email in cui mostri interesse nei loro confronti (chiedi come stanno, su cosa stanno lavorando) e in cui ti mostri a loro disposizione. Magari, proponi anche dei suggerimenti per il loro business (ad esempio uno svecchiamento del sito, un aggiornamento del blog…). Per finire, potresti invitarli ad iscriversi alla tua newsletter, così da restare in contatto.  

Cura i contatti

Quando nuovi clienti non riescono ad inserirti momentaneamente nel loro progetto, non trascurarli. Anche se adesso non ci sono le condizioni per una collaborazione, in futuro queste condizioni potrebbero presentarsi. Cura i contatti con tutti i tuoi clienti, alimenta i rapporti, ricorda loro che ci sei quando hanno bisogno di te. Può essere utile anche in questo caso il servizio di newsletter.

Stai sicuro che quando ce ne sarà l’opportunità, questi clienti si ricorderanno di te e non si rivolgeranno ad altri professionisti.

Il passaparola

Lo strumento attraverso cui i professionisti e le imprese si fanno conoscere è il buon vecchio metodo del passaparola. Se un cliente è soddisfatto del tuo lavoro e ne parla ad altri, questi potrebbero trasformarsi con buone possibilità in nuovi potenziali clienti.

Il passaparola può nascere spontaneamente ma se ciò non avviene, puoi richiedere tu stesso delle referenze ai tuoi clienti. Non lasciarti imbarazzare dall’idea di essere tu a richiederlo, il passaparola è naturale nel mondo del lavoro. Ovviamente ci sono modi e modi per chiedere referenze.

Ti sconsiglio, ad esempio, di chiedere insistentemente ai tuoi clienti di parlare di te, lasciare recensioni sul tuo sito o commenti sotto i tuoi post: rischi proprio di sembrare alla disperata ricerca di nuovi clienti e nuovi lavori.

Magari, ti suggerisco di chiedere il passaparola principalmente a quei clienti con cui hai instaurato un rapporto, non soltanto lavorativo ma anche umano e amicale, e vedrai che sarà fatto anche con piacere.

Prediligi contratti a lungo termine

Preferire contratti a lungo termine è un altro modo giusto per assicurarsi più entrate continuative. Questa soluzione commerciale magari non è efficace con i tuoi nuovi clienti, ma puoi proporla ai clienti con cui lavori da più tempo e con i quali hai un rapporto lavorativo ben consolidato. 

Lavorare con contratti a lungo termine, ti risparmierà ogni volta la noiosa fase iniziale dei preventivi e contratti (fase che non sempre produce i risultati desiderati) e ti assicurerà liquidità a tua completa disposizione per un prolungato periodo di tempo.  

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status