Come organizzare il lavoro e perchè pianificare l’attività lavorativa

 Come organizzare il lavoro e perchè pianificare l’attività lavorativa

Organizzare il lavoro significa aumentare l’efficienza e di conseguenza la produttività. L’organizzazione passa attraverso i metodi, la capacità di trasformare operatività in procedure che tutto il team (mancanza di volontà a parte) può seguire in modo facile.

Prima di pensare al team però, bisogna pensare alla propria organizzazione delle attività lavorative. Dunque prima di creare processi, è bene tenere in considerazione 3 consigli organizzativi che sono:

  • Obiettivi
  • Priorità
  • Sfruttare i momenti di energia

Obiettivi

Cos’è un’obiettivo? non è null’altro che la direzione in cui devo andare. le persone credono di aver fissato obiettivi, ma in realtà confondono ciò che non vogliono con il termine obiettivo. Nell’organizzazione dei compiti a lavoro focalizzarsi sugli obiettivi che si stanno perseguendo è importante per dedicare la giusta energia alle singole attività.

Se l’obiettivo è aumentare clienti, e il mezzo che si è scelto è un sito web, è meglio verificare l’ottimizzazione del sito che scegliere l’immagine più bella per l’ultimo degli articoli che contiene il blog.

Questo oltre ad aiutare a organizzare il lavoro, può darti una grossa mano nella gestione del tempo e nell’assegnare priorità alle cose.

Assegnare Priorità

Spesso organizzo il mio lavoro per priorità. La suddivisione di una lista di cose in base a priorità bassa, media o alta è però molto personale. Nell’organizzazione del lavoro, le priorità più alte potrebbero essere date alle azioni che portano a raggiungere obiettivi temporali più o meno lunghi. O a risolvere emergenze nel breve termine.

Io ad esempio durante una giornata di lavoro priorizzo tutto, ogni tipo di attività è divisa in un blocco, e ogni blocco ha determinati kpi che mi etichettano le azioni da svolgere secondo priorità, che sono sempre legate ai miei obiettivi.

Per me durante la giornata lavorativa ha una priorità più alta lavorare ai progetti dei clienti, rispondere loro per dargli delucidazioni ad esempio sull’utilizzo di Search Console. Mentre ha una priorità più bassa, offrire una consulenza gratuita in un campo dove non sono specializzato ma che fa parte del web marketing. In questo caso, preferisco delegare.

Organizzare in base all’energia

Ognuno di noi ha un’orologio biologico e visto che il lavoro toglie molta energia, è bene tenerlo in considerazione nell’organizzazione del lavoro.

E’ inutile negarlo, c’è chi ha il picco di energia al mattino, chi invece tarda fino a notte fonda e dunque può essere in forma solo nel pomeriggio, chi addirittura preferisce svolgere delle manzioni la sera.

Visto che un professionista, un titolare d’impresa, un commerciante non hanno un datore di lavoro che gli impone orari prefissati. E’ bene per loro abbracciare la teoria dello smart working, che non significa lavorare da casa ma lavorare in modo intelligente.

In sintesi, se ti senti meglio al mattino è bene organizzare il lavoro più importante di buon’ora. Se è il pomeriggio che dai il massimo, è bene evitare di inserire compiti importanti durante la mattinata.

Organizzare il lavoro: Perchè?

Imparare a organizzare il lavoro assegnando priorità, perseguendo obiettivi e facendolo nel momento di maggior energia, è un’abilità da allenare e far propria in quanto porta innumerevoli vantaggi e non solo nel lavoro.

Che tu sia un professionista, un titolare d’impresa, un commerciante, sai bene che la tua attività è fatta di operatività principali ma anche di correlate. Insomma, i pensieri di un professionista non si limitano a fare una consulenza, ma vanno oltre e toccano tutte le sfere della vita.

Organizzare i compiti lavorativi può consentire non solo a raggiungere obiettivi e soddisfazioni professionali, ma in molti casi ad avere una mente più libera, che porta a ragionare meglio anche su altri aspetti della vita.

Potrebbe essere a questo punto il caso di creare processi per facilitare il compito al team nello svolgere azioni che avresti dovuto fare per forza tu, e di conseguenza potresti liberarti e verificare se il commercialista sta gestendo correttamente la fiscalità o altre attività correlate.

Una mente più libera dalla disorganizzazione nei compiti lavorativi, può farti ragionare meglio sulle reali opportunità e criticità del mercato, rileggere il business plan, e apportare le correzioni agli errori che fino a quel momento non riuscivi a vedere.

DMCA.com Protection Status