Fare seo: analisi, tecnica, contenuti e offsite

     Fare seo: analisi, tecnica, contenuti e offsite

    Seo Analitica

    seo analitica

    L’ottimizzazione seo ha una parte analitica, la seo analitica, è quell’insieme di operatività di analisi che consentono di studiare in fase progettuale il mercato, i competitors, il target, i bisogni degli utenti, le keyword sulle quali strutturare le pagine del sito web creandone l’albertura. Ma è anche composta dalle operatività di data driven, volte ad analizzare successivamente i dati estrapolati dalle visite ricevute raggiunto un posizionamento organico. Per far si che gli obiettivi successivi vengano stabiliti con più precisione perchè fondati su dati certi, anzichè su intuizioni personali ed esperenziali.

    Tra le capacità e competenze di un consulente seo analitico, spiccano il senso di osservazione delle serp, e la capacità di implementazione di monitoraggi e di lettura dei dati provenienti da strumenti come Google Analytics.

    Seo tecnica

    seo tecnica

    La seo tecnica è l’insieme di operatività che vengono svolte dal webmaster al fine di migliorare le prestazioni del sito in ordine di velocità, performance, scansionabilità, fruibilità dei contenuti. Un seo specialist alle prese con l’ottimizzazione dei siti web tecnica, svolge analisi seo con strumenti tra cui il principale Search Console fornito dal motore di ricerca Google, che analizzano ogni singolo file del sito web, e in base a delle direttive come ad esempio le linee guida di Google, effettua modifiche eliminando errori dal codice sorgente.

    Tra le competenze e capacità di un seo tecnico, ci sono le conoscenze di linguaggi informatici come html, html5, php, pyton, css, javascript. Quelle di riuscire a gestire correttamente software e lavorare in ambienti di sviluppo per apportare modifiche di codice anche strutturali. La comparsa di strumenti come cms magento, wordpress, prestashop, di plugin e addons capaci di automatizzare modifiche tecniche senza accedere tramite FTP allo spazio web, è riuscita in parte a sopperire alla mancanza di tali competenze tecniche.

    Seo Content

    La seo contenutistica è l’insieme di attività seo capaci dapprima di strutturare un intero sito web, organizzandolo in modo conforme alla keyword reserch progettata in fase di seo analitica. E poi di realizzare contenuti sotto forma di testi, video, immagini.

    Tra le competenze di un seo che cura i contenuti, spiccano quelle del copywriter. E’ nella creazione di contenuti seo friendly che molte specializzazioni in ambito di web marketing iniziano a dare supporto alla seo. Qui l’ ottimizzazione per i motori di ricerca inizia a lasciare la sua veste nerd per iniziare ad essere content marketing, che prevede la creazione di contenuti (news, video, ebooks, infografiche, guide, articoli, foto ecc.) per attrarre un utente, fargli superare la prima fase di diffidenza per continuare la navigazione, e accompagnarlo in tutto il suo processo di acquisto al fine di monetizzare il sito web. E’ in questa fase che la seo lascia i panni di una disciplina “nerd” e diventa il motore di ogni altra attività di comunicazione online fornendo un grosso apporto all’inbound marketing.

    Content is king, contest is king, sono frasi che per chi si concentra sul content marketing mentre fa seo, sono sacrosante. Questo anche perchè i motori di ricerca attraverso i quality raters, compie sistematicamente controlli (qui le linee guida per i quality raters di Google).

    Seo offsite

    C’è da premettere che l’ottimizzazione per i motori di ricerca vera e propria è quella composta dalle attività di seo analitica, tecnica, strutturale e contenutistica. In quanto le linee guida dei motori di ricerca non consentono di manipolare i risultati delle serp, attraverso la creazione di link artificiali o schemi di link. Ovviamente tale attività esiste seppur non dichiaratamente, e risponde al nome di link building. la link building è l’insieme di operatività che comprendono l’analisi dei contenuti del sito web, i competitors, e il search intent delle keyword. attività che servono al link builder, per predisporre un piano di acquisizione di link, che sia quanto più vicino ad un ipotetica naturalezza secondo i motori di ricerca. Al fine di aumentare l’autorevolezza del dominio completo e delle pagine singole, senza ricevere penalizzazioni algoritmiche e manuali dovute a un profilo di link non naturale.

    Google è conscio dell’esistenza della link building, negli anni ha cercato di adottare misure di contrasto utilizzando algoritmi come Penguin, scovando pattern di link innaturali e introducendo attributi come il nofollow, sponsored e ugc.

    Tra le competenze del link builder, spiccano la capacità di analisi del search intent, di analizzare il profilo dei backlink dei competitors, di ricercare risorse utili per fare guest post e attività di digital pr.

    DMCA.com Protection Status