Fattori seo offpage

     Fattori seo offpage

    Dopo aver cercato di spiegare il significato degli elementi della tavola periodica seo, ho iniziato la descrizione dei fattori seo da quelli che sono indicati come elementi da ottimizzare all’interno del sito web e delle singole pagine ovvero i fattori seo onpage. Adesso descrivo i fattori seo che sono fuori dal controllo del webmaster ovvero gli elementi della seo offpage. Tali elementi sono divisi in sottocategorie che riguardano le aree dell’autorevolezza, dei link, della personalizzazione dei risultati, e dei social.

    fattori seo offpage

    Fattore seo Ta Autorevolezza del dominio

    Con il simbolo Ta nella tabella si evidenzia come fattore offsite più importante da considerare l’autorevolezza del sito. In effetti nessuno può dire di sapere al 100% come faccia Google a stabilire l’autorevolezza di un dominio rispetto ad un’altro e effettivamente esistono diversi fattori che possono decretare l’aumento del trust (autorevolezza) di un dominio rispetto ad un argomento specifico.

    Fattore seo Te Engagement

    Con il simbolo Te la tabella periodica dei fattori seo indica l’engagement di un sito web. Questo perchè, un sito web che si rispetti dovrebbe generare interazioni con gli utenti. tali interazioni, possono in diversi modi essere misurate dai motori di ricerca che monitorano il coinvolgimento del pubblico. I fattori misurabili partono dall’osservazione durante le sessioni di navigazione nelle serp dei singoli utenti. Quando hanno fatto una determinata ricerca, poi, hanno cliccato? sono usciti subito? una volta sulla pagina con quale risorsa hanno interagito? che azione hanno fatto? hanno acquistato? compilato un form? hanno condiviso la pagina? Misurando tali metriche il motore di ricerca può stabilire se un sito web contiene contenuti che sono stati valutati come utili o non utili dagli utenti.

    Fattore seo Th Storicità del dominio

    Con la sigla Th la tabella rappresenta come fattore seo la storicità del sito inteso come business nel web. I motori di ricerca visitano costantemente i siti web, e di conseguenza sono consapevoli di come un sito si sia evoluto nel tempo in ordine di contenuti, visite, capacità di interagire con gli utenti.

    Con questo dato si vuole anche includere il vicinato, i server sui quali è stato ospitato il sito web, oltre al fatto se si abbiano condiviso contenuti sempre dello stesso argomento.

    Link in ingresso di qualità


    Così come i contenuti di qualità riescono a generare engagement e interazioni che dimostrano ai motori di ricerca la qualità degli stessi. Così un contenuto di qualità riesce a generare link in ingresso da siti considerati di qualità e naturali.

    Un link di qualità può essere considerato un collegamento che proviene da un sito web, che tratti la stessa tematica in modo ampio e corretto. Che sia magari arricchito nei contenuti da esperti del settore, che riceva esso stesso dei collegamenti naturali e sia molto più vicino per collegamento, a siti web che sono considerati siti seed della categoria da Google.

    Testo di ancoraggio

    Altro fattore seo da considerare importantissimo ai fini di una campagna di successo è l’anchor text dei backlink. Il testo di ancoraggio è un’elemento importante per anticipare e collegare semanticamente la pagina di origine e quella di destinazione. Una delle attività dei consulenti seo link builder, è ottimizzare il profilo di backlink anche osservando il profilo di testi di collegamento, che devono risultare pertinenti e vari.

    Numero di link in ingresso

    Un’altro fattore seo di successo per aumentare il ranking del sito web, è il numero di backlink ricevuti, la link popularity. Su questo c’è da dire che tale metrica ha perso molto di significato in quanto i motori di ricerca hanno dato molta più importanza alla qualità che al numero di link in ingresso.

    In principio bastava ricevere più link per migliorare il posizionamento, oggi Google valuta da quanti domini partono i collegamenti verso il sito, se vanno verso la stessa pagina, verso la home soltanto o variano.

    Fattori seo Paese e lingua

    Pc nella tabella dei fattori seo indica la personalizzazione per Paese (nazione). Un sito web deve essere nei contenuti e nel codice html, ottimizzato per l’area geografica e la lingua degli utenti che deve servire.

    Local

    la classificazione dei motori di ricerca per geolocalizzazione non si limita solo a dividere le serp per lingua o nazione. Ma va in profondità andando a dividere le proprie serp anche per località.

    Cronologia di ricerca


    Con il fattore seo Ph la tabella identifica la cronologia di ricerca, lo storico di ricerca dei singoli utenti. Cosa ha cercato un utente che ha visitato un determinato sito web, durante le sue sessioni di ricerca precedenti? cosa ha cliccato? quali siti generalmente visita? Da dove si collega?

    E’ difficile riuscire a rendere il sito pertinente per gli utenti, o comprendere come Google e Bing classifichino i risultati di ricerca. Però, è bene provarci cercando di individuare il buyer personas, o creare contenuti che possano essere utili a rispondere l’intento di ricerca urgente degli utenti.

    per migliorare tale aspetto, è bene dunque puntare su un aumento della riconoscibilità del marchio, per generare visite di ritorno o dirette da utenti.

    Reputazione online

    Proprio come i motori di ricerca non contano tutti i link allo stesso modo, non vedono tutti gli account social come uguali. Questo ha senso, dal momento che chiunque può creare un nuovo account su un social network. Cosa impedisce a qualcuno di creare 100 account diversi per produrre falsi buzz?

    Nulla, a parte il fatto che account falsi spesso possono essere facilmente individuabili. Potrebbero avere solo una manciata di amici “di qualità” nella loro rete e pochi potrebbero passare materiale che condividono.

    Idealmente, è importante avere e curare la propria presenza nei social consolidandola. Quindi bisogna partecipare in piattaforme social pertinenti in modo autentico, proprio come farebbe un azienda con i suoi clienti dal vivo.

    Condivisioni nei social

    Quando si parla di condivisioni social si parla di condivisioni da parte di account reali, che discutono dell’argomento, che condividono e spingono ad interagire altri utenti nei gruppi a tema. Anche in questo caso, la produzione di contenuti di qualità è solo un punto a favore che può scatenare engagement e condivisioni da parte di altri utenti interessati al business e all’argomento trattato. Importantissimo, che chi cura i social network come Facebook, Twitter, sia pronto a interagire anch’egli con gli utenti.

    DMCA.com Protection Status