metriche per valutare il content marketing

Le metriche di valutazione del content marketing

Come si valutano i risultati dei contenuti nel marketing? Esiste un metodo, delle metriche per valutare le azioni di content marketing? Quando parliamo di content marketing non possiamo dimenticare un principio basilare: l’obiettivo del content marketing è implementare il business plan di un’azienda per cui i contenuti devono essere pensati e realizzati per raggiungere questo obiettivo. 

Esistono differenti metriche per valutare l’efficacia del piano di content marketing di ogni azienda. Vediamo insieme quali sono:

Consumo dei contenuti

La prima metrica di valutazione del content marketing si basa sul consumo dei contenuti. Tramite l’utilizzo di alcuni tools come Google Analytics, è possibile monitorare i dati relativi al consumo dei contenuti da parte degli utenti: puoi sapere quanti utenti hanno beneficiato dei contenuti caricati in rete, l’utente come ha raggiunto quei contenuti (cioè tramite quali canali) e quanto spesso i contenuti sono stati ricercati dagli utenti. Oltre a Google Analytics, è possibile misurare la fruizione dei contenuti tramite gli Insight di Facebook, di Instagram o di YouTube. Tramite questa funzione puoi vedere il numero preciso di persone raggiunte dai tuoi post o video, puoi distinguere i nuovi visitatori della pagina da quelli di ritorno da altri siti, puoi vedere il numero di nuovi follower, insomma puoi monitorare il livello di brand awareness della tua pagina, sito o blog

Condivisione dei contenuti

La seconda metrica di valutazione dei contenuti è quella della condivisione dei contenuti. Se l’utente condivide sul suo profilo personale un tuo contenuto (un post, un articolo, un video) vuol dire che reputa interessante quel contenuto per sé e per le persone che conosce. Misurare il livello di condivisione dei contenuti è un modo per misurare il livello di apprezzamento di quei contenuti da parte degli utenti. Non esistono strumenti per misurare il livello di condivisione di una e-mail o una newsletter, ma esistono tanti validi strumenti per misurare il livello di condivisione dei contenuti di un sito, di un blog o di una pagina social. Anche in questo caso la funzione Insight dei social è uno strumento utilissimo per conoscere il numero esatto di condivisione dei contenuti. Un altro strumento utile è SharedCount, che è in grado di contare il numero di condivisioni su vari network.

Capacità dei contenuti nel generare lead

La terza metrica di valutazione dell’efficacia del piano di content marketing si basa sulla capacità dei contenuti di generare lead, quindi possibili nuovi clienti. Non dimenticare che i contenuti sono “solo” un mezzo per incrementare il tuo business. Quindi è importante che oltre alla fruizione e alla condivisione da parte degli utenti, i contenuti che scegli di immettere in rete monetizzino cioè conquistino clienti nuovi. Generare lead è quindi tra gli obiettivi del content marketing ma come si può misurare la quantità di nuovi lead generata dai contenuti web? Quantificando, ad esempio, le iscrizioni ad una newsletter o le sottoscrizioni ad un blog.

Capacità di generare vendite

Per finire, l’ultimo metro di valutazione del content marketing riguarda la capacità dei contenuti di produrre vendite e, di conseguenza, aumentare il fatturato. Quest’ultimo sistema di valutazione implica un monitoraggio costante dei contenuti, che sono lo strumento attraverso il quale aumentare gli affari. Software come Hubspot e Marketo oppure il CRM sono un supporto valido per quest’analisi perché i primi consentono di assegnare un valore economico ai contenuti, l’ultimo di tracciare le vendite.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla newsletter

Rimani aggiornato

Leggi altri articoli

DMCA.com Protection Status