Seo intervista a Ivano Di Biasi

di Geremia Lisolo

Ciao e benvenuto nel mio blog, oggi ti presento l’intervista a Ivano di Biasi. L’Ho incontrato in diverse occasioni e mi è subito risultata una persona piacevole da frequentare e con un bagaglio culturale in tema di programmazione e web marketing a un livello tale da non essere facile da trovare in giro.

Nell’intervista Ivano ci spiega che il problema dei siti web spesso è quello di fornire informazioni con l’intent errato e oltretutto in molti casi non essere all’altezza di chi invece lo fa con l’intent giusto.

Interessante la metafora fatta quando ha risposto alla domanda sull’utilità della seo on site, chiarissime le sue risposte sulla semantica e sulle menzioni. Credo che sia una di quelle interviste da non perdere, in passato ne ha fatte altre, ma questa sembra avere una marcia in più…poi mi direte.

Parlaci di te Ivano

Ciao, sono Ivano Di Biasi e sono un appassionato di motori di ricerca. Amo studiare “il comportamento” di Google e provare ad individuare azioni in grado di indurlo a fare quello che desidero. I fattori sono tanti, forse troppi, quindi ho un approccio completamente slegato dal singolo parametro, provo ad individuare nuovi “macroparametri” che mi permettano di agire con maggiore semplicità e metodo.

Di formazione sono un programmatore, ho iniziato con lo sviluppo di videogames ed applicazioni di realtà virtuale ma poi sono stato rapito dai motori di ricerca e da allora sviluppo SEO Tools che mi permettano di automatizzare processi impensabili da fare a mano. Nei tempi d’oro della link building “selvaggia” ho infatti sviluppato il nostro primo software che ci gestiva in autopilota centinaia di contratti di link building con una percentuale di siti penalizzati pari allo zero per cento, un vero spasso.

Definisci la seo

La SEO è semplice da definire, lo dice il nome stesso. Ottimizzazione per i motori di ricerca. Il punto però è un altro. Ottimizzazione di cosa? Di siti web? Di strutture e concetti? Di contenuti testuali? Di immagini, server, CDN, frequenze di pubblicazione, linking interna, semantica? Per me l’ottimizzazione SEO è ottimizzare TUTTO quello che Google sia in grado di analizzare e che possa essere preso come parametro per valutare il nostro operato.

La seo morirà ?

La mia risposta precedente non lascia spazio a dubbi, NO! Finché esisterà un motore di ricerca che prova a raccogliere informazioni dai siti web, esisterà sempre un modo (o più modi) per aiutarlo a comprendere meglio quello che abbiamo da fargli indicizzare e valutare.

Un esperto seo che apprezzi chi è ?

Nel mio percorso formativo non ho mai avuto un mentore, ho sempre provato ad attingere informazioni da quante più fonti possibile e provare empiricamente quello che apprendevo, motivo per cui non conosco appieno il pensiero di uno o un altro personaggio del settore.

Ritengo che tutti abbiano da dire qualcosa nel proprio ambito specifico. Se proprio devo darti un nome ti do quello del mio socio, Giuseppe Liguori perché, senza farlo apposta, i nostri studi e le nostre conclusioni convergono sempre verso le stesse conclusioni, forse è dovuto al fatto che abbiamo le stesse basi, è anche lui un programmatore folle.

Quanto costa la seo?

La SEO costa tanto perché è un lavoro lungo, scrupoloso e complicato. Fare SEO a quattro soldi vuol dire farla male. Noi di SEO Cube siamo notoriamente cari come prezzi ma solo perché ci teniamo alla nostra reputazione e sappiamo bene che lavorare sotto budget equivale ad avere una percentuale di fallimento estremamente alta.

Hai strumenti seo da consigliare ?

Per anni ho usato SearchMetrics, di cui sono ancora cliente per la cura di siti web stranieri, ma poi negli anni mi sono reso conto che l’Italia era bistrattata da tutti i SEO Tool che ho provato, motivo per cui ho deciso di farne uno tutto nostro, SEO Zoom che ad oggi è nettamente quello più completo per il mercato italiano con più del doppio delle keyword analizzate rispetto la concorrenza.

Tecniche seo che preferisci ?

Non ho tecniche SEO che prediligo, per me va ottimizzato tutto scrupolosamente. Forse la cosa a cui tengo di più è l’organizzazione concettuale del sito intero per far comprendere meglio a Google di cosa parliamo e soprattutto perché lo facciamo. Facciamo informazione? Vendiamo? Diamo consulenza? Gli stessi aspetti possono essere visti da più punti di vista diversi e spesso è proprio quello il problema dei siti web, fornire informazioni con l’intent errato ed oltretutto non essere all’altezza di chi invece lo fa con l’intent giusto.

Un esempio è doveroso… Considera un ecommerce di hardware. Notoriamente le schede prodotto sono thin content e molti consigliano di “arricchire le pagine con testo informativo”, ma a quel punto diventi, agli occhi di Google, un sito che fornisce informazioni sui prodotti piuttosto che venderli… Spero sia chiaro

Azz se sei chiaro, ti leggo con passione 😀 continua e svelaci altre cose…

Ci sveli un tool seo che usi ?

SEOZoom perché è come ho sempre desiderato un SEO Tool, fa quello che dico io come lo voglio io ed organizzando i dati come li desidero io. Svilupparselo da solo era l’unico modo per esserne così soddisfatto quindi non fa testo la mia opinione. Piuttosto spero che piaccia agli altri che hanno metodi di lavoro diversi dai miei.

L’ottimizzazione seo onsite è utile?

Io dico sempre che non è l’arma vincente, è un prerequisito senza il quale è meglio che non provi nemmeno a competere. Se vuoi correre in formula 1 di certo non ci vai senza un alettone o con una ruota sgonfia no?

La Link building è morta?

Si è morta. Beh volendo essere precisi, sono morte le aziende che facevano link building perché ora non la sanno fare più. Google ha dato una bella mazzata alle agenzie di link building costringendole ad ampliare le proprie conoscenze su almeno una decina di discipline diverse.

Fortunatamente in SEO Cube abbiamo sempre fatto tutto ciò che serve dalla A alla Z quindi i cambiamenti di Google ci hanno fatto il solletico, l’unico problema che abbiamo riscontrato è stato quello della “ipersensibilizzazione” del cliente. Quando un cliente ci chiede la link building si sente con un borseggiatore in un supermercato ed è più difficile fargli capire che la si può fare in modo pulito che svolgere effettivamente il lavoro dopo.

Una guida seo da consigliare?

No, mi dispiace, non esite nulla di talmente valido da essere considerata una “Guida”. Ci sono in giro decine e decine di libri fantastici su aspetti specifici dei motori di ricerca e se vuoi avere una visione completa per incastrare tutti i tasselli beh devi leggerne tantissimi.

Un corso seo da consigliare?

Non saprei proprio, quando ho imparato la SEO non ce n’era nessuno ed i nuovi davvero non sono in grado di valutarli.

Un libro seo da consigliare ?

Io amo i libri pragmatici ma in Italia non ce ne sono, si divaga tanto per allungare il brodo, l’unico che mi sento di consigliare per un neofita è quello di Marco Maltraversi, ricco di informazioni e senza troppi giri di parole.

Se ti dico seo semantica che rispondi ?

Quando ho iniziato a fare SEO, nel 2007 si parlava molto di semantica dei testi, si supponeva che Google ne potesse fare uso negli anni a venire ma poi Google non ha mai intrapreso quella strada ed ha fatto qualcosa di completamente diverso da quello che si presupponeva all’epoca.

Fare SEO Semantica è complicato e non alla portata di tutti in quanto richiede molte skill tecniche ed anche io, da programmatore esperto, ho qualche difficoltà ad incastrare bene tutti i dati per chiarire le idee al caro Google. La semantica è fondamentale soprattutto per aiutare il complessissimo update Panda a non fare casini (perché ne può fare tanti).
La Semantica dei testi è ancora affascinante e può essere sfruttata come strumento di discovery per i copywriter per facilitargli la comprensione di argomenti nuovi. In SEOZoom ho reso disponibile un mio vecchio tool di analisi semantica delle pagine in TOP 10 per SERP specifiche, riesce a farti comprendere i concetti fondamentali che compongono un argomento su cui potresti dover scrivere un articolo.

Gli algoritmi semantici noti, come LSA ad esempio, a causa dei loro limiti, devono operare in “ambienti particolari” e sono stati quindi utilizzati in motori di ricerca verticali come ad esempio l’ufficio brevetti USA, ma in Google hanno, forse, trovato applicazione solo in una piccola parte dell’algoritmo. Molto probabilmente nella fase di query processing di Hummingbird per identificare l’insieme di query con lo stesso search intent e ricondurre quindi ad una “metaquery” elaborata che fornisca la stessa risposta a tutte…

Test seo ne fai ?

Continuamente ma non test di posizionamento di parole chiave. Faccio esperimenti atti a manipolare la percezione di Google su un determinato argomento, test strutturali su siti web ecc…
Il mio ultimo esperimento SEO (autogenerato) è arrivato a fare 130.000 visitatori unici al giorno ma poi Panda mi ha fatto veramente male (peccato ci averi potuto vivere bene) facendomi crollare a 14.000 unici giornalieri.

Seo e Sem sono la stessa cosa?

No, prima SEM, poi SEO. E’ inutile ottimizzare un sito web se non sai per quale motivo lo stai facendo.

Valgono ancora link follow e nofollow?

Non mi occupo più direttamente di Link Building, fortunatamente ho dei validissimi collaboratori, ma credo che non ci sia grande differenza tra l’uno e l’altro. Se provo a mettermi nei panni di Google mi faccio sempre la stessa domanda : “Quante persone che scrivono e linkano risorse ne capiscono la differenza e/o sanno mettere un link nofollow?”
Secondo me c’è ancora tanta gente che non sa nemmeno cosa sia il nofollow, la nostra visione è alterata dal fatto che mangiamo pane e link tutti i giorni ma il web è composto da milioni di newbie.

Seo e Google amore o odio?

Essendo uno che studia ogni santo giorno non posso che essere grato a Google perché ad ogni aggiornamento fa fuori per me una buona parte di piccoli competitor J Tnx Google.

Da 1 a 10 quanto incide la velocità di un sito in ottica seo ?

Come ti dicevo per me vale tutto 10. Solo puntando ad ottenere 10 in ogni aspetto (e non ci riuscirai mai) puoi sperare che la media dei fattori arrivi ad un decente 7/8, quindi ben venga un sito web che vola, un pensiero in meno e si pensa agli altri fattori.

Cosa sono le Menzioni seo?

Le menzioni sono fondamentali nel web semantico ma prima di essere menzionato devi diventare una Known Entity altrimenti come fa Google a capire che sei stato menzionato?
Ad oggi, chi non fa uso della semantica (per come la intendo io) ha un solo modo per essere menzionato in maniera efficace, attraverso l’URL che rappresenta l’unico URI identificabile come entità nota nel web semantico.

Dimmi 2 fattori seo per il 2016

Brand Awareness (brand o entity), SERP Analytics per valutare la reale qualità di un sito web. Per avere degli score alti nelle SERP Analysis bisognerà rispondere perfettamente alle Query di ricerca (Query Intent), fornire una User Experience eccellente ed avere una buona parte di traffico da branded queries.

La description nelle pagine web è indispensabile ?

Come dicevo nel punto precedente, quello che fanno gli utenti quando ti vedono in SERP è fondamentale quindi una buona description può fare la differenza.

Prominenza e prossimità delle keyword sono ancora utili?

Non le ho mai considerate. Io sono per la naturalezza dei contenuti. Se conosci l’argomento e rispondi adeguatamente alle query di ricerca non hai bisogno di alcun tipo di manipolazione del testo, devi solo sapere cosa scrivere e scriverlo.

L’ Https è un fattore di ranking?

Così dicono, io ho provato con il mio sito ed ho perso più del 50% del traffico e non l’ho mai recuperato, idem è successo a Moz (parte editoriale), l’https ha fatto danni non ancora recuperati… Boh?

I Social Signal servono per la seo? se si perché?

Sono vitali per far capire a Google chi sei, quanto vali, in quale contesto esisti, cosa pensano di te, chi ti ritiene autorevole. Il problema è che molti credono che i social signal abbiano qualcosa a che fare con Facebook ed altri social. Google ha un suo Social Graph che viene popolato con informazioni provenienti da pagine web, solo da quelle…

Seo Mobile, davvero le serp di Google son cambiate?

Si molto. Ho un cliente che curiamo da anni lato SEO che è in fase di stallo sullo sviluppo della parte mobile e da Aprile ha avuto un calo del 32% del traffico.
Con attività SEO e link building abbiamo ridotto il danno ad un -19% ma in un’ottica in cui ogni anno dovresti fare più dell’anno precedente è triste dover rincorrere le SERP a causa del mobile. Speriamo lo finiscano presto perché l’impatto si è visto eccome.

Meglio seo o social?

Non esiste meglio questo o meglio quello quando la domanda è così generica. Meglio la SEO in certi contesti, meglio il Social in tanti altri. Dipende dal settore.

Meglio Facebook ads o Google Adwords?

Anche in questo caso dipende da cosa stai vendendo. Se vendi viaggi Facebook è decisamente più accattivante con foto, storie, offerte visual e prezzi decisamente ridotti rispetto AdWords.
In altri casi preferisco AdWords. Anche quando si parla di Ads è fondamentale sapere queli siano I search Intent, sono informational? Sono navigational? Transactional? I Search intent vanno studiati sempre prima di fare la scelta del mezzo più adeguato.

Convinci I lettori a chiederti una consulenza seo !

Non ho mai fatto personal branding, che scelgano spontaneamente a “pelle”.

Hai un settore merceologico che prediligi per fare seo?

Quelli dove lavoro di più sono Turismo ed Editoria ma si riesce in ogni settore quindi non ho preferenze.

Quanti clienti seo gestisci in un anno?

Più di cento ma non da solo, il nostro staff è composto da più di 10 persone ed ognuno cura aspetti specifici.

Hai esperienza di seo internazionale?

Si abbiamo avuto clienti in Francia, Spagna, Germania, Israele, Thailandia, Panama, USA, Gran Bretagna, Croazia. Qualche nome noto che abbiamo gestito all’estero? Non possiamo proprio dirli cavolo, all’estero fanno firmare sempre NDA maniacali ma posso dirvi che una è tra le top 3 aziende turistiche del mondo J ed una è tra le top 3 aziende di Gambling al mondo.

Spero che l’intervista fatta a Ivano Di Biasi ti sia servita a schiarirti un po le idee su tanti argomenti seo. Se vuoi interagire con Ivano in merito alle risposte date, puoi commentare il form in basso, sicuramente lui sarà lieto di risponderti.

0 Condivisioni