Verificare l’ottimizzazione del sito senza tool seo

     Verificare l’ottimizzazione del sito senza tool seo

    Indipendentemente da chi ti ha realizzato il sito web, puoi venire a conoscenza del fatto se te l’abbia realmente ottimizzato con la seo, se sia realmente posizionato su Google per cose utili, semplicemente facendo le classiche operazioni di seo audit che un consulente seo fa. Spesso i proprietari di siti web non hanno a disposizione tool seo da utilizzare per verificare l’ottimizzazione del proprio sito, ed è per questo che ho creato una piccola lista di analisi manuali, diverse dalle solite banalità, da poter fare per capire se il proprio sito è stato ottimizzato in modo scrupoloso oppure no.

    Verifica ottimizzazione con operatori di ricerca avanzata

    Nella barra di ricerca Google usa l’operatore di ricerca avanzata site: (come nella foto seguente).

    Con questo metodo, puoi verificare se il tuo sito web è realmente ottimizzato osservando alcuni elementi come il titolo, l’url e la descrizione che compare in Google.

    Questi sono 3 tra i fattori seo più utili al posizionamento organico di una pagina web. Se il tuo sito web è stato ottimizzato, ciò che risulterà scritto in questi elementi seguirà il filo logico di una keyword research. Riguardo a questo, te l’ha data chi ti ha ottimizzato il sito web?

    Ad esempio, nella foto sopra si vede chiaramente quali sono gli argomenti che tratta il sito web.

    Verifica l’ottimizzazione dei parametri

    Verifica se sono gestiti correttamente i parametri delle categorie

    Questa è un’attività che spesso ti fa capire se il tuo sito web è stato ottimizzato, o se il tuo seo è un consulente accorto scrupoloso e competente e ti ha realizzato un’ottimizzazione utile per migliorare il tuo posizionamento su Google.

    Dall’immagine precedente puoi capire cosa sono i parametri, per intenderci, quei tasti di scelta rapida che si offrono agli utenti sulle categorie per facilitare la fruizione di specifici contenuti.

    Questa attività di ottimizzazione è cruciale sia al fine di una maggior scansione da parte del motore di ricerca, sia ad un miglior posizionamento.

    Il problema che deriva da questa mancata attività seo, è che il crawler di Google, può raggiungere gli stessi contenuti utilizzando diversi percorsi. Ovvero, invece di riuscire a raggiungere gli articoli che parlano di seo solo dall’url /seo potranno raggiungere gli stessi contenuti anche attraverso le url /seo?limit=20 /seo?limit=25 /seo?limit=50 ed altre simili.

    Per verificare se il tuo sito web è stato ottimizzato nei percorsi, basta fare le seguenti operazioni:

    • Apri una pagina di categoria 
    • Usa un parametro
    • Verifica se l’url base della categoria cambia da /base a /base?parametro
    • Clicca col tasto destro sulla pagina con url parametrizzato e su “visualizza codice sorgente”
    • verifica se esiste l’url canonical, e se tal url è impostato sulla pagina base /base o su /base?parametro
    • verifica se esiste il tag meta Robots con le direttive impostate su noindex, nofollow.

    Se il canonical della pagina parametrizzata è impostato sull’url con parametro e il meta robots non c’è o contiene la direttiva index, significa che questa attività di ottimizzazione non è stata fatta. E il motore di ricerca raggiunge l’ipotetico prodotto /seo/prodotto1 anche attraverso: /seo?limit=20 /seo?limit=25 /seo?limit=50 etc etc.

    Tale mancata ottimizzazione fa si che Google scansioni sempre meno il tuo sito web, e che di conseguenza quella pagina sarà sfavorita dal motore di ricerca rispetto a siti web che trattano lo stesso argomento, ma forniscono al bot di Google, un unico percorso per raggiungere quei contenuti.

    Il motivo è semplice, per Google, scansionare un sito web ha un costo, più lo fai risparmiare ottimizzando e più puoi concorrere ad essere posizionato meglio perchè scansionato più frequentemente.

    Questi parametri potrebbero essere gestiti anche tramite file Robots.txt. In questo caso devi cercare la pagina scrivendo nomedeltuosito.it/robots.txt, e verificare:

    1. Se esiste
    2. Se si sono direttive simili a questa:  disallow: /?limit (limit o il nome del parametro)

    ATTENZIONE, anche se dovesse esserci la direttiva disallow corretta, bisogna vedere quando è stata inserita, perchè se il bot di Google ha scansionato la pagina con il meta index follow, e poi è stata inserita la direttiva nel file robots, il crawler non scansiona più e di conseguenza quelle pagine rimarranno comunque sempre indicizzate creando danni.

    Verifica l’ottimizzazione delle url

    Verifica se le url del tuo sito sono seo friendly

    Un url seo friendly, ovvero che agevola il lavoro di comprensione dei contenuti da parte del motore di ricerca, è un’url che:

    1. contiene parole chiave che anticipano il contenuto
    2. Non è una sequenza strana di simboli numeri o lettere
    3. Segue la keyword research e la struttura del sito web.

    Un esempio di url seo firendly è posizionamentoperfetto.it/realizzazione-siti-web. Esempi di url non seo friendly possono essere:

    •  posizionamentoperfetto.it/id-35-realizzazione-siti-web
    • posizionamentoperfetto.it/realizzazione&%siti-web
    • posizionamentoperfetto.it/123hghr45

    Richiedi un sito web ottimizzato a qui

      Privacy

      Verifica ottimizzazione seo immagini

      Verifica se sono stati compilati gli alt text delle immagini e il nome del file sia descrittivo

      L’alt text è il testo alternativo che si scrive in un apposito campo, per agevolare il compito del motore di ricerca di capire cosa c’è raffigurato in un’immagine.

      Il nome del file è appunto il nome che si da al file immagine.

      Nell’immagine precedente sono inseriti dei file immagine e alt text di un sito web di una farmacia. Se fosse stata fatta un’ottimizzazione seo utile al posizionamento organico, i file sarebbero stati rinominati in modo seo friendly, ovvero in modo funzionale alla pagina e alla keyword research. E così anche gli alt text.

      Invece nella foto si nota come:

      1. un’immagine tratti l’argomento “scuola” ed abbia anche un alt text non consono a una pagina farmaceutica. 
      2. Si vede un’immagine corretta che parla di un brand farmaceutico con relativo alt text corretto
      3. un’immagine rinominata per convenienza del programmatore che realizza il sito, che si chiama slide_2 con alt text slide2, non consono all’ottimizzazione seo.

      Le caratteristiche che questi due elementi devono avere sono:

      • utilizzo di parole chiave in relazione al contenuto della pagina 
      • Non vuoti
      • utilizzo di parole che rappresentano ciò che è rappresentato nell’immagine

      Questa è un’attività che mostra come la seo sia costellata di operatività che richiedono molto tempo e attenzione, e che dunque non vengono fatte da chi vende siti web NON ottimizzati.

      Perchè bisogna scegliere le immagini facendo attenzione che raffigurano un concetto simile a quello che si vuole rappresentare con il nome del file e con l’alt text, e che sia in linea con i contenuti della pagina web che si vuole ottimizzare.

      Per verificare alt text e nome del file ottimizzati basta:

      • Aprire una pagina del sito con immagini
      • Cliccare col tasto destro sulla pagina e su “visualizza codice sorgente”
      • cercare all’interno del codice sorgente alt=”

      Verifica l’ottimizzazione di URL relativi

      Gli URL relativi e assoluti si riferiscono a come sono codificati nei collegamenti. Il collegamento a http://www.example.com/some-link.html sarebbe un URL assoluto, mentre /some-link.html sarebbe un URL relativo.

      Il portavoce di Google ha spesso detto che non ci sono problemi seo nell’utilizzare url relativi rispetto a url assoluti. Concordo con questa affermazione ma solo in parte in quanto la gestione può portare a loop infiniti che danneggiano il posizionamento a causa di link inaccessibili.

      In sintesi, se inserisco un url relativo ad esempio nella pagina posizionamentoperfetto.it/seo-audit-cose-e-cosa-verificare-nellanalisi-seo/ che parla di url ottimizzati esempio /url-ottimizzati bot e utenti verranno rinviati a una pagina esistente e corretta, ovvero miosito.it/url-ottimizzati. Ma se, l’url relativo sarà mancante di / iniziale, ciò che capiterà sarà un reindirizzamento a una pagina che non esiste ovvero /seo-audit-cose-e-cosa-verificare-nellanalisi-seo/url-ottimizzati.

      Sempre osservando tramite il codice sorgente, bisogna verificare la presenza delle url relative e la corretta formattazione. 

      Puoi farlo osservando il codice sorgente di una qualunque pagina del tuo sito web e cercando href=”/.

      In presenza di url relativi, tipo href=/ cliccaci su, dovresti essere reindirizzato ad una pagina esistente, se così non è, non sono stati gestite le url relative.

      Verifica se sono state ottimizzate le paginazioni

      Le paginazioni delle categorie dei siti web, sono pagine che contengono contenuti diversi tra loro e che concorrono nel crawl budget che assegna Google ad ogni singolo sito web. In un sito web ottimizzato le paginazioni vanno gestite con determinate accortezze seo. 

      Solitamente sono impostate come INDEX ma non gestite negli altri elementi di codice html che sono:

      La corretta gestione di questi elementi su ogni singola pagina di categorizzazione, serve a fornire al bot del motore di ricerca i giusti percorsi consequenziali. Prima di leggere cosa e come verificare, è bene fare un’esempio.

      In una categoria di un sito web dove le paginazioni non sono gestite a livello seo, avviene che:

      l’url base miosito.it/categoria abbia title, title, description, descrizione breve, h1, canonical uguale alle paginazioni successive miosito.it/categoria/pag1 miosito.it/categoria/pag2 miosito.it/categoria/pag3.

      Questo comporta i seguenti errori che evidenziano la mancata ottimizzazione corretta del sito web:

      • Title, description, h1 uguali e ripetute
      • Conflitto tra canonical e index (con index diciamo di indicizzare miosito.it/categoria/pag1 ma con il canonical diciamo di non indicizzare altro che miosito.it/categoria
      • Senza prev next non diamo una consequenzialità logica ai percorsi
      • La descrizione breve ripetuta su più pagine crea contenuti duplicati in quelle pagine che hanno pochi o non visibili elementi.

      Per sfruttare appieno le paginazioni bisognerebbe che:

      1. Il title sia differenziato almeno dalla numerazione della pagina. 
      2. La description sia differenziata da un testo che precede la description della pagina base. Esempio prodotti per pagina base: <meta name=”description” content=” Articoli seo… nelle paginazioni successive  <meta name=”description” content=” Scopri altri Articoli seo… ecco ancora altri articoli seo… 
      3. <link rel=”prev” href=”miosito/categoriaseo.html?p=2″ />
      4. <link rel=”next” href=”miosito/categoriaseo.html?p=4″ />
      5. <link rel=”canonical” href=”miosito/categoriaseo.html?p=3″ />
      6. H1 con il numero della pagina o con variante della keyword principale
      7. Titolo con il numero della pagina o con variante della keyword principale
      8. Descrizione breve differenziata o eliminata dalle paginazioni.

      Queste sono solo alcune delle verifiche da poter fare per controllare se un sito web è ottimizzato senza avere a disposizione tool seo. Ogni operatività del seo audit può essere svolta anche manualmente e di conseguenza può essere un segnale di mancanza di ottimizzazione.

      Questo non significa che mancando queste ottimizzazioni il sito web non sia stato oggetto di ottimizzazione seo, ma con molta probabilità queste che sono alcune delle azioni più utili a migliorare il posizionamento su Google, se non svolte, potrebbero essere una prova della mancata ottimizzazione, o di un’ottimizzazione superficiale e del perchè il tuo sito non riceve visite.

      Sicuramente se vuoi approfondire l’argomento e fare una verifica completa per capire se il tuo sito web è stato realmente ottimizzato, puoi contattarmi qui e richiedere prima una consulenza gratuita, poi un seo audit.

      Potremmo scoprire insieme che il tuo sito web può essere ottimizzato, non può subire miglioramenti, oppure hai bisogno di un nuovo sito web, stavolta, realmente ottimizzato.

      DMCA.com Protection Status